Matematica favolosa!

Tutto quello che avete sempre desiderato dalla matematica  (e non avete mai osato chiedere!). Ovvero: un corso base di storytelling e matematica felice. Un progetto di Giovanni Lariccia e Marco Monti, Associazione culturale “Impariamo a imparare”  Roma, 11 gennaio 2017

Premessa

In questo documento presentiamo un progetto che è stato per grandi linee presentato alle insegnanti di quinta elementare della scuola Sandro Pertini di Fonte Nuova.

Il progetto dovrebbe essere fatto proprio dalla scuola ed offerto agli insegnanti per essere finanziato con la carta docente.

Finalità

Far comprendere ai ragazzi che la matematica si nasconde ovunque e che il pensiero matematico si mescola e a volte si interseca e si confonde con il pensiero logico e narrativo.

Obiettivi

  1. Apprendere le principali caratteristiche del programma QQ.storie e del linguaggio Iperlogo con cui è costruito
  1. Apprendere ed apprezzare alcune caratteristiche del pensiero laterale ed i principi della rappresentazione delle conoscenze mediante mappe concettuali realizzate con Cmap Tools.
  1. Imparare a mettere sotto forma narrativa alcune delle proprietà fondamentali degli insiemi numerici, della logica formale, della geometria elementare.
  1. Apprendere il funzionamento di un piccolo robot (Ozobot o M-bot)
  1. Sceneggiatura di una favola con bambini e robot

Destinatari

Insegnanti di quarta e quinta elementare o di prima media.

Struttura del corso

  • Durata complessiva di 7 settimane e mezza, comprensive di una introduzione per promuovere le adesioni individuali, e di una conclusione con spettacolo finale
  • 15 ore in presenza suddivise in 5 incontri di 3 ore in un’aula di computer
  • agli insegnanti viene raccomandato di portare il loro computer
  • 15 ore a distanza sulla piattaforma Wikispaces
  • il corso comprende l’ utilizzo guidato di tre libri di testo
  • G. Lariccia, Informatica della mente
  • G. Lariccia, I fantastici mondi di Iperlogo
  • AA.VV., La vera storia di QQ.storie
  • Comprende altresì l’ uso di dispense originali di G. Lariccia e M.Monti
  • Assistenza individuale diretta e illimitata a distanza attraverso
  • Telefono
  • Email
  • Connessione uno a uno con il programma Team Viewer e condivisione degli schermi e dei computer
  • Alcune sessioni con le classi (da definire con la scuola)

Costo

150 euro per ogni docente partecipante

Condizioni

Minimo di 15 partecipanti

Dotazione

La scuola sarà dotata di un numero illimitato di licenze di Iplozero, QQ.storie e Cmap Tools.

Alla scuola verrà inoltre dato in omaggio un robottino programmabile (Ozobot o BluBot o M-bot)

Alla scoperta del Soroban!

Circa un mese fa sono stato contattato da Luca Cenci, un imprenditore milanese che si è gettato nell’ arena della didattica della matematica con una energia straordinaria, partendo da uno strumento – il cosiddetto Magico Abaco, che altro non è che il Soroban, o abaco giapponese. Luca ha fondato la Sapyent srl con dei soci di primissima qualità e con delle idee straordinariamente coinvolgenti di cui parleremo in modo più approfondito in altri articoli.

Tra me e Luca è nata subito una simpatia reciproca ed si è stabilita una comunicazione a 360 gradi che hanno prodotto in pochissimo tempo delle straordinarie sinergie.

Il Magico Abaco, ovvero il Soroban!

Magico abaco

Ecco un’ immagine del Magico Abaco, questo straordinario strumento di calcolo che apre la porta ad una vera rivoluzione nell’ apprendimento – insegnamento nell’ epoca della didattica per competenze e delle cosiddette competenze digitali.

Il Magico Abaco unisce una antichissima tradizione giapponese con dei solidi fondamenti nel campo delle neuroscienze per cui l’ apprendimento del calcolo viene spostato dagli algoritmi lenti e ripetitivi basati sulla scrittura dei numeri a delle strategie euristiche basate sul riconoscimento immediato delle quantità legate al posizionamento dei grani sulle asticciole del Soroban,